Search

CABLOGRAMMA 2018

Uno dei documenti contenuti nel nostro libro d'inchiesta "I Misteri di Wuhan", che ci ha gentilmente fornito il collega Josh Rogin (Washington Post).


SUL WEB NON VI È PIÙ ALCUNA TRACCIA: LO HA, GIUSTAMENTE, SOLO IL WASHINGTON POST E VERIFICABILE AL SEGUENTE LINK: https://www.washingtonpost.com/context/read-the-state-department-cable-that-launched-claims-that-coronavirus-escaped-from-chinese-lab/2b80aef2-f728-4c36-8875-3bf6aae1d272/?itid=lk_interstitial_manual_12


Prima a gennaio, poi a marzo 2018 due cablogrammi cifrati (e top secret) furono spediti dall’ambasciata Usa a Pechino in direzione oltreoceano. «Misure di sicurezza inadeguate», recitava il primo. «Il lavoro in corso nel laboratorio sui coronavirus dei pipistrelli e sulla potenziale trasmissione umana rappresenta un rischio di una nuova pandemia simile alla Sars», il secondo.

Ma Fauci aveva deciso. L’uomo del Presidente Trump aveva deciso. E le sperimentazioni andarono avanti. In segreto.


Inviati dai funzionari americani a Washington.


Uno di questi, risalente al 19 gennaio 2018, era particolarmente significativo: «Durante le interazioni con gli scienziati del laboratorio WIV, questi hanno notato che il nuovo laboratorio ha una grave carenza di tecnici e investigatori adeguatamente formati necessari per gestire in sicurezza questo laboratorio ad alto contenimento. Il lavoro del laboratorio sui coronavirus di pipistrello e la loro potenziale trasmissione umana rappresentava un rischio di una nuova pandemia simile alla Sars. Ancora più importante, i ricercatori hanno anche dimostrato che vari coronavirus simili alla Sars possono interagire con Ace2, il recettore umano identificato per il coronavirus Sars. Questa scoperta suggerisce fortemente che i coronavirus simili alla Sars dai pipistrelli possono essere trasmessi agli esseri umani per causare malattie simili alla Sars. Dal punto di vista della salute pubblica, ciò rende la sorveglianza continua dei coronavirus simili alla Sars nei pipistrelli e lo studio dell’interfaccia uomo-animale fondamentale per la previsione e la prevenzione dei futuri focolai di coronavirus emergenti».

Su un secondo cablogramma del 19 gennaio 2018, a firma del consigliere per l’ambiente, la scienza, la tecnologia e la salute dell’ambasciata a Pechino, Rick Switzer, si poteva leggere: «Vi è un’emergenza costituita dagli esperimenti che si conducono, che sono altamente pericolosi, e la probabilità di una perdita e/o incidente che possa innescare una pandemia».

«Il messaggio è stato un segnale di avvertimento. Stavano implorando le persone di fare attenzione a quello che stava succedendo», ha spiegato al “Washington Post” un funzionario statunitense che ha chiesto di restare anonimo.




413 views0 comments

Recent Posts

See All